Comunicato Stampa #686: Olimpia Matera ingaggia Enzo Cena, ala grande con l’attitudine per la promozione

Lo
scorso anno l’italoargentino del 1992 ha firmato la promozione di
Cassino in A2. Negli anni precedenti, la sua carriera è stata costellata
di promozioni e primi posti. Ritrova a Matera Maurizio Del Testa.

E’ l’italoargentino Enzo Damian Cena, il “quattro” ingaggiato
dall’Olimpia Basket Matera per partecipare al campionato di Serie B
2018/2019, che avrà inizio il prossimo 7 ottobre. Cena, nato a Pozo del
Molle (Cordoba) nel 1992, 200 centimetri di altezza, appartiene ad una
famiglia di origini italiane: infatti i suoi nonni provengono dalle
Marche e dal Piemonte.

Lo scorso anno, ha giocato nel Cassino
che, dopo i playoff e la final four, è stato promosso in serie A2. Ma i
suoi successi sono stati numerosi, tra promozioni e regular season
chiuse sempre al vertice dei campionati. Chieti (B, 2010/2011);
Canicattì (DNC, 2011/2012), Bisceglie (B, dal 2012 al 2015 e nel
2016/2017), e San Severo (B, 2015/2016) sono state le tappe che hanno
scandito la sua crescita professionale, prima dell’exploit nel Cassino.

Racconta
Cena: “Sono arrivato in Italia su richiesta di un procuratore, mi è
piaciuto molto tornare nel paese di origine della mia famiglia e da
allora non me ne sono più andato. Dal punto di vista del gioco, mi
reputo un’ala grande pura con la predilezione per la difesa” – le medie
dello scorso campionato parlano di 30 minuti di gioco per partita con
12,11 punti in 28 gare della regular season giocate su 30, con
percentuali di tiro del 52% da due, 26% dall’arco e 79% dalla lunetta,
oltre a 4,68 rimbalzi difensivi su un totale di 5,85. Riprende il
giocatore: “Più le sfide sono impegnative, più trovo l’energia giusta
per affrontarle”.

“Enzo Cena ha disputato un’ottima stagione a
Cassino, a dimostrazione del progressivo miglioramento nel corso del
tempo” – sono le parole di Cristiano Grappasonni, direttore sportivo e
team manager dell’Olimpia. “E’ molto versatile, può giocare in diversi
ruoli, sa mettere la “palla a terra” ed è anche dotato di tiro
perimetrale, sono sicuro che verrà apprezzato dai sostenitori
dell’Olimpia Matera”.  

A proposito della città dei Sassi, il
cestista rivela: “Negli anni in cui ho giocato a Bisceglie sono stato
diverse volte a Matera, è una città che adoro e che ho imparato ad
apprezzare. Sono felice di tornarvi, questa volta da giocatore, anche
perché vi ritroverò Maurizio Del Testa, con cui ho condiviso
l’eccezionale campionato 2017/2018”.