Comunicato #706: Olimpia
Matera, domenica sfida al Palasassi con il Napoli

I materani difendono le
cinque vittorie nelle prime sei partite, mentre i campani mirano a compensare
il gap di tre sconfitte, rinforzati dall’arrivo in settimana da Cento
dell’esterno Chiera. Coach Origlio: “avversari ambiziosi, serve l’incitazione
dei nostri sostenitori”. A novembre, unica gara domestica per i biancoazzurri.

Sarà l’unica partita in casa
del mese, quella che – domenica prossima, 11 novembre 2018, alle 18.00 – avrà
luogo al Palasassi tra l’Olimpia Basket Matera e il Ge.Vi. Napoli, nella
settima giornata di andata del Girone D della Serie B di pallacanestro.

La squadra della Città dei Sassi, che nel 2019 sarà Capitale Europea della
Cultura, proviene da una serie positiva di cinque vittorie nelle prime sei gare
in campionato, che hanno procurato il raggiungimento della vetta in classifica
con dieci punti – in condominio con Salerno, Caserta, Reggio Calabria e HSC
Roma. Di contro, la formazione partenopea occupa il terzo posto della
graduatoria con sei punti, avendo vinto finora tre incontri, uno in trasferta
con IUL Roma e due in casa, con Battipaglia e – domenica scorsa – con Capo
d’Orlando. Ma questa circostanza non deve trarre in inganno, perché i prossimi
avversari hanno intenzioni agguerrite e risorse adeguate; il coach
dell’Olimpia, Agostino Origlio, lo spiega bene nella presentazione del match:
“I nostri contendenti sono partiti in ritardo nella costruzione della squadra,
a causa di un avvicendamento societario, ma sul mercato hanno pescato e trovato
giocatori importanti e validi, che fino a quel momento erano rimasti in attesa
di un ingaggio prestigioso, e pertanto hanno coronato le loro migliori
aspettative. Tra gli uomini più importanti bisogna ricordare Guarino che – a
dispetto dell’età anagrafica (ha compiuto 39 anni a settembre) – considero il
miglior play della serie. Da segnalare ancora Di Viccaro e Milani, giocatori di
spiccata individualità ed esperienza – hanno giocato anche in A2; stessa
esperienza di serie per il giovane ventenne Dincic, con due stagioni di rilevo
a Treviglio e Piacenza. Ottimo il suo coetaneo Erkmaa, classe 1999. Al roster si
è poi recentemente aggiunto Chiera, che tanto bene ha fatto lo scorso anno per
la promozione di Cento in A2. Per completare, il coach è Gianluca Lulli, che ho
conosciuto a Teramo in A1 quando ancora giocava ed io ero assistente. Come
allenatore, ha già conseguito risultati importanti: negli ultimi anni a
Palestrina ha colto due semifinali di PlayOff e due finali promozioni
consecutive, e ora è pronto per guidare una squadra ambiziosa come Napoli”.

Dunque ci sono le condizioni per assistere a un confronto avvincente e senza
esclusione di colpi. Conferma l’allenatore: “Domenica giocheremo una partita
difficile come tutte quelle che ci sono state e che ci saranno, con il roster
opposto condito da tutti questi nomi importanti. L’Olimpia sta vivendo un momento
positivo in cui occorre mantenere concentrazione e perspicacia: dobbiamo
entrare subito in partita, evitando che il match ci sfugga dalle mani, perché
con un avversario di questo spessore non ce lo possiamo sicuramente permettere.
È nostra intenzione dare continuità al nostro ruolino di marcia, giochiamo in
casa e vogliamo andare avanti nell’alimentare le nostre legittime ambizioni. Un
motivo di più per invitare i nostri sostenitori ad accorrere numerosi al
Palasassi; tutti noi siamo certi che produrranno la formidabile incitazione che
tanto ci ha aiutato nelle prime partite del torneo”. L’arbitraggio della gara è
affidato a Francesco Belisario Di Luzio, di Cernusco sul Naviglio (Milano), in
coppia con Jacopo Spinelli di Cantù (Como).

Nella stessa giornata del girone D, la maggior parte delle partite sarà giocata
nell’anticipo di sabato, 10 novembre: sono quelle tra Catania e Luiss Roma, HSC
Roma e Palermo, IUL Roma e Reggio Calabria, Capo d’Orlando e Salerno, Pozzuoli
e Battipaglia. In contemporanea con il match del Palasassi, invece, le sfide
tra Scauri e Palestrina, Valmontone e Caserta.