Comunicato #736: Olimpia Matera vince in trasferta a Catania

Dopo
la battuta di arresto in casa, i biancoazzurri liquidano con una
seconda vittoria la terza partita in sette giorni. Coach Origlio: “Esame
superato brillantemente, dedico la vittoria all’esecutivo Olimpia”.
Iannilli: ”Battaglia autentica”. Domenica pomeriggio, big match tra
Salerno e Palestrina.
 

Riprende a vincere l’Olimpia Matera a Catania, nell’anticipo della
ventesima giornata – quinta di ritorno – del campionato nazionale di
pallacanestro – Serie B “Old Wild West” – Girone D. Il confronto si è
giocato nel pomeriggio di sabato, 2 febbraio 2019, e si è concluso con
il punteggio di 80 a 98.

I padroni di casa intraprendono il match
in modo aggressivo, portandosi subito avanti, con un vantaggio massimo
di otto punti sull’11 a 3; il tempo di mettere a fuoco la distanza con
il canestro, ed ecco che tre triple di Pasquale Battaglia riportano il
primo quarto in equilibrio, fino allo score di 25 a 23, con cui si
chiudono i primi dieci minuti di gioco. Il secondo quarto rappresenta il
capolavoro dell’Olimpia, che subito pareggia i conti e si lancia in una
frenetica corsa ai punti, tra tiri dalla lunetta, dall’arco e
dall’area, con un parziale di 28 a 12, e un margine estremo di diciotto
punti (33-51) che annichilisce le migliori intenzioni del Catania e
permette ai materani di acquisire fiducia nei propri mezzi e ottimismo
verso l’andamento residuo della partita. Nella terza frazione di gioco,
l’Olimpia prosegue le scorribande in area avversaria, e produce
un’ulteriore accelerazione fino a raggiungere il massimo scarto
dell’incontro, 23 punti sul 50 a 73, ma poi Catania riesce a ridurre il
gap chiudendo il periodo per 58 a 78 (21-27 lo score del parziale). La
partita sembrerebbe terminata, invece un guizzo dei catanesi, rafforzato
da due triple di Agosta, riavvicina pericolosamente la squadra di casa
ai biancoazzurri fino a una differenza di undici punti; a quel punto, i
materani riprendono pazientemente le redini dell’incontro, e si
riprendono i punti precedentemente sottratti chiudendo l’ultimo parziale
per 22 a 20.

Il coach dell’Olimpia, Agostino Origlio, è
soddisfatto dei suoi giocatori: “Sapevamo di dover affrontare una
trasferta difficile, anche perché dovevamo riprendere il nostro cammino
dopo lo stop subito in casa con Salerno. Abbiamo incontrato una squadra
che deve salvarsi e ne è uscita una partita maschia, con tanti falli e
contatti, a fronte dei quali i nostri ragazzi hanno mantenuto la giusta
lucidità per tutta la durata del match”.

Racconta il centro
materano Andrea Iannilli: “E’ stata una battaglia autentica, sapevamo
che sarebbe stata una vittoria difficile da portare via, eppure siamo
stati bravi – a parte un solo momento di calo a cavallo degli ultimi due
quarti. Una partita di quelle in cui si deve dimostrare la durezza
mentale e la forza del gruppo, e portare a casa la vittoria ad ogni
costo”.

Al termine dell’incontro, quattro giocatori materani
hanno raggiunto la doppia cifra. Sono: Daniele Merletto (20 punti),
Maurizio Del Testa e Pasquale Battaglia (19 per entrambi), Enzo Cena
(14). Le percentuali nei tiri di squadra sono state superiori alle medie
stagionali dell’Olimpia: 22 canestri su 34 tiri dall’area (65% rispetto
alla media del 51%), 11 triple su 27 tentativi (41%; media 32%) e 21
tiri dalla lunetta su 26 (81%; media 78%).

Riprende l’allenatore:
“Certo non è stato semplice sostenere in una settimana tre partite, di
cui due trasferte lunghe a Valmontone e Catania, ma i nostri giocatori
hanno superato l’esame brillantemente, esattamente come mi aspettavo che
facessero. Ora possiamo riprendere i nostri ritmi canonici, con una
partita per settimana, forti della spinta emotiva di quest’ultima
vittoria; avremo finalmente il tempo per lavorare con maggiore
dedizione, continuando a perfezionare l’inserimento di Andrea Iannilli.
Dedico questa vittoria al Presidente e a tutto il Consiglio di
Amministrazione: dopo la sconfitta di Salerno sono stati vicini alla
squadra e hanno continuato a sostenerci per il buon lavoro fatto
finora”.

Dopo la vittoria a Catania, l’Olimpia si è riportata,
sia pure per una notte, al secondo posto in classifica con 30 punti,
alla pari con Salerno che – tuttavia – domenica pomeriggio se la dovrà
giocare con Palestrina (terza a 28 punti): dunque il risultato di questa
sfida diretta, tutt’altro che scontato, potrebbe riportare Salerno – in
caso di vittoria – al secondo posto, con Olimpia al terzo e Palestrina
al quarto. Viceversa, in caso di vittoria degli ospiti, le tre squadre
si ritroverebbero tutte insieme al secondo posto, a quota trenta. Anche
Caserta – che conduce con 34 punti – è chiamata ad affrontare un match
piuttosto impegnativo, in quanto ospiterà HSC Roma, che in classifica è
sempre in zona Playoff, con dieci punti in meno della squadra leader.  

Intanto,
il secondo anticipo della ventesima giornata si è concluso con la
vittoria della Luiss Roma su Capo d’Orlando per 84 a 68. Nel pomeriggio
di domenica, il calendario residuo prevede ancora le partite tra
Valmontone e Scauri, Reggio Calabria e Palermo (prossima ospite al
Palasassi), Napoli e Pozzuoli, tutte alle 18.00; infine, il match tra
Battipaglia e IUL Roma, in programma alle 20.30.

TABELLINO

Alfa Basket Catania – Olimpia Matera 80-98 (25-23, 12-28, 21-27, 22-20)

Alfa
Basket Catania: Alessandro Agosta 25 (4/9, 3/5), Joseph Vita sadi 18
(8/9, 0/0), Georgi Sirakov 17 (5/10, 2/2), Matteo Gottini 7 (1/1, 1/3),
Alessandro Florio 5 (2/3, 0/1), Vincenzo Provenzani 3 (0/4, 0/0),
Ruggero giuliano Elia 2 (1/1, 0/0), Giuliano La spina 2 (1/1, 0/0),
Marco Consoli 1 (0/0, 0/0), Nicolò Mazzoleni 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 30 – Rimbalzi: 27 4 + 23 (Joseph Vita sadi 10) – Assist: 3 (Vincenzo Provenzani 2)

Olimpia
Matera: Daniele Merletto 20 (4/6, ¼), Maurizio Del testa 19 (2/4, 3/9),
Pasquale Battaglia 19 (¾, 4/7), Enzo Cena 14 (2/3, 3/7), Matteo De
leone 8 (4/7, 0/0), Andrea Iannilli 6 (¾, 0/0), Renato Buono 6 (1/1,
0/0), Giacomo Sereni 6 (3/5, 0/0), Daniel Datuowei 0 (0/0, 0/0), Mario
Mancini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 21 / 26 – Rimbalzi: 25 7 + 18 (Enzo Cena 9) – Assist: 8 (Daniele Merletto 5)