Comunicato #751: Olimpia Matera, una vittoria importante con HSC Roma

Il
Palasassi celebra una nuova affermazione dei suoi beniamini (75 a 64)
in un match molto impegnativo. Coach Origlio: “Sempre attaccati alla
partita”. Enzo Cena: “Non è stato facile”. Daniele Merletto: “Il
palazzetto ci dà sempre una mano”. Massimo Checchi: “Puntare in alto per
i Playoff”.

Un’Olimpia Matera a quattro tempi si sbarazza faticosamente dell’ostica
HSC Roma e rinsalda il suo quarto posto in classifica: si è conclusa con
il punteggio di 75 a 64 la sfida giocata al Palasassi domenica 24 marzo
2019, tra due contendenti dirette nella zona Playoff del Girone D di
Serie B “Old Wild West” di pallacanestro. Nell’andata dell’8 dicembre, i
lucani avevano vinto in trasferta con un risultato quasi identico, 75 a
66.

Primo quarto in salita per i locali, che subiscono
un’accelerazione fulminea da parte degli ospiti; questi sembrano
spadroneggiare in lungo e in largo sul parquet materano, e chiudono la
frazione con il punteggio di 23 a 12. Nel periodo successivo, i romani
tampinano il canestro biancoazzurro e si portano a un vantaggio doppio
di quindici punti (31 a 16 al minuto 12:13); ma a questo punto, i
ragazzi dell’Olimpia mettono ordine alle loro idee e, salvo qualche
fiammata di ritorno di HSC, riescono a chiudere il secondo turno a meno
sei (39-45), con una tripla di Del Testa a pochi istanti dal
buzzer. Terzo quarto all’insegna della maturità, il confronto si
trasforma in uno scambio di schermaglie che permette ai lucani di
neutralizzare lo svantaggio prima (46 pari al minuto 23:44 su tripla di Merletto) per poi chiudere il periodo in vantaggio di tre punti (69 a 56) grazie a una tripla di Giacomo Sereni. Nell’ultimo quarto non c’è più quasi storia: l’Olimpia sferra l’ultimo attacco decisivo e raggiunge, con quattro triple di  Battaglia, Buono, Merletto e Cena,
un confortevole vantaggio a due cifre, che poi amministra fino al
termine del match, mandando in tripudio il pubblico del Palasassi.

Racconta il coach Agostino Origlio:
“ All’inizio facevamo fatica ad attaccarli, conoscevamo i nostri
avversari per le loro doti atletiche e non ci hanno smentito, producendo
una partita muscolosa. Inoltre non ci siamo accoppiati bene in
contropiede, in una fase in cui abbiamo sofferto alcune palle perse, e
abbiamo rischiato di smarrire un po’ il ritmo della partita; invece
siamo riusciti a restare attaccati alla partita; la bomba di Del Testa alla
fine del secondo quarto ci ha dato ossigeno, permettendoci di limitare
il disavanzo a sei punti. Con una ritrovata fiducia nei nostri mezzi, e
una corretta chiave difensiva nella seconda metà della partita, abbiamo
infine affermato i nostri effettivi valori in campo”.

Dello stesso tenore sono le testimonianze di due giocatori dell’Olimpia. Enzo Cena:
“Siamo entrati in campo un po’ contratti, sapevamo che non si trattava
di una partita facile; i nostri avversari erano aggressivi e intensi, ci
hanno messo in difficoltà ma non siamo mai usciti di testa, per cui
siamo riusciti nella seconda metà a mettere in ordine le cose e ad
aggiudicarci il match”. Daniele Merletto: “ Non è stata una gara
dal risultato scontato, abbiamo sofferto il loro atletismo, ma poi siamo
venuti fuori noi con le nostre letture e il nostro gioco, è andata
molto bene. Il nostro palazzetto ci dà sempre una mano, è anche merito
dei nostri sostenitori se riusciamo ad avere grandi reazioni come quella
di stasera”. Aggiunge coach Origlio: “Il nostro è un pubblico
ambizioso e competente, ci dà la spinta per dimostrare con i fatti il
valore di questi ragazzi, che fanno un lavoro super e applicano in
partita tutto quanto prepariamo in allenamento”.

Sia i giocatori, sia l’allenatore, hanno voluto dedicare la vittoria a De Leone, che si è infortunato in settimana. Lo conferma il coach: “Dedichiamo questa vittoria a Matteo,
probabilmente non riuscirà a finire la stagione; ha avuto un infortunio
e siamo in attesa di conoscere i risultati degli esami medici. Siamo
tutti dispiaciuti, è un ragazzo che ha messo sempre cuore e impegno in
tutte le partite che ha giocato”.

Lo score dell’incontro rileva la doppia cifra raggiunta da Enzo Cena (21 punti), Giacomo Sereni (14), Daniele Merletto e Pasquale Battaglia (10).
Le percentuali di tiro indicano il 45% nei tiri dall’area (15/33), del
35% nelle esecuzioni dall’arco (11/31) e dell’86% nei tiri liberi
(12/14).

La vittoria conseguita domenica sera – a quattro
giornate dal termine della regular season – permette all’Olimpia di
stabilizzare il quarto posto in classifica con 38 punti e di non perdere
il passo con le prime tre, uscite tutte vincenti dai confronti della
giornata appena conclusa: Caserta (46 punti) ha vinto in casa di IUL
Roma con il punteggio di 69 a 76, Palestrina (42) ha battuto agevolmente
Luiss Roma (92-69) e Salerno (40) ha superato Scauri per 90 a 83.
Invece, alle spalle dei materani, una battuta d’arresto per tutte le
dirette inseguitrici in zona Playoff: Reggio Calabria (33 punti) ha
perso in casa con Capo d’Orlando (73-77) nell’anticipo di venerdì; Luiss
Roma (32), come detto, ha perso con Salerno; Napoli (32) è stata
sconfitta a Palermo (79-69) e HSC (30) non è riuscita nell’impresa del
Palasassi. Con un residuo bottino di otto punti ancora da assegnare, la
formazione materana è dunque a due punti da Salerno e quattro da
Palestrina, e alle sue spalle ha scavato un solco di cinque punti dalla
più diretta inseguitrice (Reggio Calabria). “Quando vinci ti devi
preoccupare poco di chi hai alle spalle, ma ovviamente diamo sempre
un’occhiata ai risultati dei nostri competitor. Questa vittoria ci dà
forza nel rush finale della stagione regolare, le partite che ci
aspettano non saranno facili” – conclude Agostino Origlio. Aggiunge Massimo Checchi,
consigliere di amministrazione della società sportiva: “Il punto
cruciale arriva adesso, con le prossime partite; occorre qualificarsi ai
Playoff più in alto possibile e mantenere alta la tensione nonostante i
ragazzi abbiano una stagione sulle spalle. Siamo fiduciosi”.

Sugli
altri campi, vincono Pozzuoli in casa con Catania (83 a 75) e
Valmontone in trasferta a Battipaglia (68 a 113). Le ultime quattro
giornate di campionato serbano ancora numerosi scontri diretti tra le
attuali prime otto della classifica: Caserta e Salerno devono incontrare
un’avversaria diretta; Napoli e Luiss Roma due;  Matera, Palestrina e
HSC Roma tre; Reggio Calabria addirittura quattro. Per l’Olimpia,
l’incontro in casa della Luiss Roma, originariamente previsto per
domenica prossima, 31 marzo – e valido per la ventisettesima giornata – è
stato posticipato al 17 aprile; ben oltre le giornate 28 (il 7 aprile
in trasferta a Palestrina) e 29 (il 14 aprile in casa con la capolista
Caserta), mentre l’ultima giornata della regular season vedrà impegnati i
materani in trasferta a Scauri (20 aprile).