Comunicato #756: Olimpia Matera non passa a Palestrina

I
biancoazzurri non riescono a recuperare fino in fondo il passivo di
quindici punti maturato nei primi due quarti, e nell’ultima frazione
subiscono il forcing dei laziali (86 a 80). Coach Origlio: “Grande
partita con l’atteggiamento giusto”. Renato Buono: “Grazie ai nostri
sostenitori, accorsi numerosi”.
 

Non è bastata all’Olimpia Matera la rinuncia a qualsiasi timore
riverenziale per avere ragione di una Palestrina determinata e assetata
di punti. Si è concluso pertanto con una sconfitta per 86 a 80, il big
match valido per la ventottesima giornata – tredicesima di ritorno – del
girone D di Serie B “Old Wild West” di basket, che ha avuto luogo al
PalaIaia domenica 7 aprile 2019.

Padroni di casa subito in
pressione nei primi due quarti – 25/ 18 e 26/18 i parziali – con gli
ospiti chiamati a rintuzzare le numerose sortite dell’ex Ochoa e
compagni. Con un passivo di quindici punti la storia dell’incontro
sembra segnata, ma – al rientro dagli spogliatoi – i materani sembrano
imprimere alla partita una correzione utile per recuperare otto punti
nel terzo quarto (12 a 20). A metà dell’ultima frazione, quando il
grosso del disavanzo parrebbe essere riconquistato (meno cinque al
minuto 35:39), Palestrina riesce a riprendere l’ordine delle cose e si
lancia nell’ultimo, definitivo attacco per ristabilire un vantaggio
rassicurante (+12 a un minuto dal termine), nonostante il generoso
tentativo dell’Olimpia che porta il divario a sei punti al suono della
sirena.

Agostino Origlio, coach della squadra lucana,
racconta la partita: “Sapevamo che per giocare con questi avversari
avremmo dovuto fare gli straordinari, cercando di sbagliare meno
possibile. Purtroppo l’inizio è stato condizionato da alcuni nostri
errori, ma siamo stati bravi a rientrare due/tre volte senza riuscire,
tuttavia, a dare il colpo decisivo per chiudere la contesa. I ragazzi
hanno fatto una grande partita con l’atteggiamento giusto, sono sempre
stati attenti, propositivi e coraggiosi nell’affrontare un avversario
che concede poco. Il merito a Palestrina che ha fatto meno errori di
noi, e nel finale punto a punto ha fatto prevalere l’esperienza e il
talento dei suoi giocatori”.

Ecco il commento di Renato Buono:
“Abbiamo provato a dare fastidio a una corazzata, una delle prime
squadre del nostro girone. Ora dobbiamo prepararci al meglio per
affrontare Caserta in casa domenica per essere matematicamente sicuri
del quarto posto. Avremmo potuto dare un maggiormente fastidio: anche se
usciamo dal confronto a testa alta, resta qualche rammarico. In ogni
caso, desidero ringraziare i numerosissimi sostenitori che ci hanno
accompagnato in questa difficile trasferta”. Tra i migliori marcatori
dell’Olimpia, figurano Daniele Merletto con ventuno punti, Giacomo Sereni (17), Pasquale Battaglia (11) e Andrea Iannilli (10).

Ora
l’attenzione della squadra di Matera – che conferma il quarto posto in
classifica con 38 punti – si rivolge tutta a domenica prossima, per
disputare l’ultima partita in casa della regular season al Palasassi
contro la capolista Caserta (uscita vincente dalla gara casalinga con
Catania per 94 a 77). Tra le due antagoniste, restano arroccate in
seconda posizione Palestrina, ora a 46 punti, e Salerno (44 punti,
vincente a Battipaglia per 50 a 154). Nella zona playoff, sale a quota
35 Reggio Calabria (63 a 60 su Napoli), mentre resta fermo a 32 punti il
terzetto composto da Luiss Roma (sconfitta per 75 a 66 nel derby in
casa di IUL Roma), HSC Roma (superata a Scauri per 80 a 56) e Napoli. Le
altre due partite del girone si sono concluse con la vittoria di
Valmontone a Pozzuoli (56-67) e di Palermo su Capo d’Orlando (93-86).

Va
ricordato che, oltre al prossimo match in casa del 14 aprile con
Caserta, l’Olimpia recupererà la partita della ventisettesima giornata
mercoledì 17 aprile in casa Luiss Roma, mentre tre giorni dopo, sabato
20 aprile, disputerà in trasferta l’ultima gara di campionato a Scauri.
La formazione lucana ha bisogno di guadagnare ancora due punti nei
prossimi tre match point, per riprendere le distanze da Reggio Calabria
(che è sotto di tre punti e dispone soltanto di due partite a Roma con
HSC e in casa con Luiss Roma); infatti, vincendo almeno una delle tre
partite, i materani potranno consolidare il quarto posto nella
classifica finale del Girone D, utile per disputare in casa al Palasassi
sia gara uno, sia l’eventuale spareggio, nei quarti dei Playoff con la
quinta classificata del Girone C (a due gare dal termine, la posizione è
attualmente occupata da Pescara).

TABELLINO

Citysightseeing Palestrina – Olimpia Matera 86-80 (25-18, 26-18, 12-20, 23-24)

Citysightseeing Palestrina:
Eugenio Beretta 18 (9/10, 0/0), Nicolas Morici 12 (5/7, 0/0), Nelson
Rizzitiello 10 (3/7, ½), Gianmarco Rossi 10 (4/5, 0/3), Manuel Carrizo 9
(2/6, 0/0), Alessandro Banchi 8 (2/2, 0/0), Daniele Fiorucci 6 (3/6,
0/0), Ignacio Ochoa 5 (1/5, ½), Simone Rischia 5 (1/3, ½), Matteo
Santucci 3 (0/1, ½), Andrea Cecconi 0 (0/0, 0/0), Gianmarco Mattei 0
(0/0, 0/0)

Tiri liberi: 14 / 18 – Rimbalzi: 28 3 + 25 (Manuel Carrizo 8) – Assist: 21 (Manuel Carrizo 9)

Olimpia Matera
:
Daniele Merletto 21 (3/7, 3/7), Giacomo Sereni 17 (7/7, 0/0), Pasquale
Battaglia 11 (½, 3/5), Andrea Iannilli 10 (4/9, 0/0), Enzo Cena 9 (3/7,
¼), Maurizio Del testa 5 (½, 1/5), Daniel Datuowei 4 (2/3, 0/2), Renato
Buono 3 (1/1, 0/1), Daniele Lopane 0 (0/0, 0/0), Mario Mancini 0 (0/0,
0/0)

Tiri liberi: 12 / 15 – Rimbalzi: 29 6 + 23 (Enzo Cena 7) – Assist: 16 (Daniele Merletto 8)