Comunicato #758: Olimpia Matera superata al Palasassi da Juve Caserta

Un
confronto d’alto livello non è bastato ai biancoazzurri per restare in
partita fino alla fine del match, dominato dagli ospiti nell’ultimo
quarto: 70 a 84 il punteggio finale. DS Grappasonni: “Avversari di tutto
rispetto”. Coach Origlio: “Riprendere le forze per il recupero con
Luiss Roma” in programma mercoledì. 

Nella serata di domenica 14 aprile 2019, il Palasassi delle grandi
occasioni, gremito di una folla partecipe, ha ospitato il big match tra
Olimpia Matera e Juve Caserta, conclusosi con il punteggio di 70 a 84 e
valido per la ventinovesima giornata – quattordicesima di ritorno – del
campionato nazionale di pallacanestro – serie B “Old Wild West” – Girone
D.

I ragazzi della squadra materana hanno subito il pressing
degli ospiti, sempre primi in classifica per tutto il torneo, tentando
ripetutamente di recuperare il passivo che progressivamente si andava
formando, e quasi riuscendovi. Infatti, a fronte di un primo quarto
segnato dal vantaggio dei campani (19-25), il secondo veniva chiuso a
favore dei lucani (17-18), mentre il terzo acquisiva una perfetta parità
(19-19); soltanto nell’ultima frazione i forti avversari riprendevano
la strada del controllo del match, chiudendo il parziale per 15 a 22. Il
primo disavanzo per l’Olimpia, quattordici lunghezze dopo quindici
minuti di gioco (25-39) pareva potersi neutralizzare in un paio di
occasioni nel terzo quarto (l’ultima volta sul 55 a 57); ma quando
l’impresa sembrava alla portata dei locali, Caserta prendeva a galoppare
forsennatamente, portando il massimo vantaggio a venti punti con
quattro minuti ancora da giocare, vanificando qualsiasi velleità dei
materani, e chiudendo anzitempo la partita

Racconta Cristiano
Grappasonni, DS Olimpia: “Abbiamo affrontato la capolista e si è visto,
si tratta di una squadra di tutto rispetto. Abbiamo giocato la nostra
partita a tratti, probabilmente avremmo dovuto metterci qualcosa di più
in termini di cuore e di energia, poiché da questa combinazione
scaturiva l’arma principale con cui avremmo potuto dare una svolta a
questa gara. Siamo stati bravi a rimontare nel terzo quarto, poi sono
venuti fuori il carattere e la forza dei nostri avversari, che sono
riusciti a riprendere le redini in mano”.

Conferma il coach
Agostino Origlio: “Quando si gioca con queste squadre non è mai facile
rimanervi attaccati, forse ci eravamo illusi di farcela e invece hanno
dimostrato sul campo di essere di un livello superiore. Avevamo
raggiunto una differenza di un solo possesso, ma poi la caratura,
l’esperienza e la forza fisica di questa formazione si sono evidenziate e
riprenderla è diventato impossibile. Complimenti ai nostri sostenitori e
alla nostra città, abbiamo sentito ancora di più la loro presenza con
una bella cornice di pubblico. Ci spiace di non aver regalato una
vittoria di blasone, ma li aspettiamo con i Playoff, un campionato a
parte nel quale avremo ancora di più bisogno della loro partecipazione”.

Cinque
materani hanno concluso il match in doppia cifra; sono Enzo Cena (15
punti), Pasquale Battaglia (12), Daniele Merletto (11), Maurizio Del
Testa (11) e Giacomo Sereni (10). Il bilancio delle realizzazioni è
stato composto dal 36% di tiri dall’arco (10 su 28), dal 41% di canestri
dall’area (13 su 32) e dall’82% di tiri dalla lunetta (14 su 17).

Le
altre partite della giornata si sono concluse con le vittorie
casalinghe di Luiss Roma su Battipaglia (127-42), Salerno su IUL Roma
(87-72), Napoli su Scauri (86-69) e Capo D’Orlando su Pozzuoli (78-57),
mentre hanno vinto in trasferta Reggio Calabria con HSC Roma (77-78),
Catania a Valmontone (80-89), e Palestrina a Palermo (70-88). La
classifica a una giornata dal termine vede sempre al comando Caserta con
52 punti, seguita da Palestrina (48), Salerno (46), Matera (38), Reggio
Calabria (37), Luiss Roma e Napoli (34), HSC Roma (32); fin qui, la
zona Playoff, che registra un salto di posizione da parte di Napoli
sulla sconfitta HSR Roma. Nella zona neutra ci sono tre squadre: Scauri
(26), IUL Roma (24) e Capo D’Orlando (22). La zona retrocessione è
occupata da Valmontone (20), Palermo (18) e dalla coppia
Pozzuoli/Catania a 14 punti. Ultima a zero punti e già retrocessa,
Battipaglia.

Con la battuta d’arresto contro la capolista,
l’Olimpia ha consumato il suo primo match point utile per concludere la
stagione regolare al quarto posto, necessario per ottenere il vantaggio
di giocare in casa la prima partita e l’eventuale spareggio dei quarti
dei Playoff. A una giornata dal termine, l’avversaria che incontrerebbe i
materani sarebbe Pescara, attualmente al quinto posto del suo girone C.La
squadra lucana ha ancora due occasioni in trasferta per chiudere al
quarto posto in classifica: il recupero della ventisettesima giornata
con Luiss Roma e l’ultima giornata a Scauri (sabato prossimo). Dei due
prossimi appuntamenti in meno di una settimana, il primo avrà dunque
luogo tra Luiss Roma e Olimpia Matera al PalaLuiss mercoledì 17 aprile,
con inizio alle 18.00. La partita avrebbe dovuto essere disputata lo
scorso 30 marzo, ma poi è stata posticipata di un paio di settimane.

 A
proposito dell’imminente impegno dei suoi giocatori, dichiara coach
Origlio: “Abbiamo poco tempo per preparare la partita con Luiss Roma, in
questo momento dobbiamo recuperare le energie fisiche. Sappiamo di
trovare una squadra che in casa è capace di esprimere un grandissimo
gioco, non a caso Caserta e Salerno hanno perso al PalaLuiss.  E’ una
squadra molto giovane, che del “corri e tira” fa la sua arma vincente.  
Dobbiamo approcciare bene alla partita evitando di concedere troppi
contropiedi perché potrebbero avvantaggiarsene”. Il match sarà arbitrato
da Marco Guarino di Campobasso e Vladislav Doronin di Perugia.