Comunicato #770: Infrastrutture
per la crescita, convegno nazionale degli Ingegneri il 14 giugno a Matera

“Cultura
ingegneristica tra progettazione e programmazione”, alla presenza del ministro
Toninelli. In programma dalle 9.00 alle 13.00 all’Auditorium “R.
Gervasio”.

Venerdì prossimo, 14 giugno
2019, con inizio alle 9:30, avrà luogo nell’Auditorium “R. Gervasio”
di Matera il Convegno sul tema “Infrastrutture per la Crescita: cultura
ingegneristica tra programmazione e progettazione”, organizzato dal Consiglio
Nazionale degli Ingegneri e dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di
Matera.

“Le infrastrutture materiali e immateriali sono strumento di crescita e di
modernizzazione del nostro Paese ed espressione di una cultura specifica che è
quella dell’Ingegneria.” – annuncia il documento di presentazione
dell’evento, pubblicato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri sul proprio
sito www.tuttoingegnere.it,
che prosegue: “Programmare e progettare le infrastrutture e le reti di
connessione significa avere una chiara visione del futuro, dei flussi che si
generano nei singoli territori, delle trasformazioni che contraddistinguono il
tessuto produttivo e sociale del Paese. Nell’ambito di Matera Capitale Europea della
Cultura, il CNI e l’Odine degli Ingegneri di Matera propongono
una riflessione sulle politiche infrastrutturali, sul ruolo propulsivo che le
opere pubbliche possono avere per la modernizzazione e la valorizzazione dei
territori e sui programmi e progetti di grandi player delle infrastrutture.
Questa analisi intende inoltre promuovere l’idea che l’Ingegneria è, prima di
tutto, cultura, ovvero espressione di valori legati al rispetto del territorio,
alla sicurezza, alla crescita sostenibile, al progresso inclusivo e
all’innovazione”.

“Ancora una volta, e in un anno solenne per la nostra comunità, Matera sale
agli onori della cronaca produttiva e professionale del nostro Paese.” – afferma
Giuseppe Sicolo,
Presidente degli Ingegneri della provincia di Matera – “Attendiamo la
partecipazione di numerosi colleghi provenienti da tutta Italia, oltre che di
professionisti e cultori della materia attratti dall’attualità delle tematiche
in discussione e dal parterre dei vari relatori attesi”.

Dopo gli indirizzi di saluto (ore 9:30) formulati dal presidente Sicolo, da Raffaello De Ruggieri – Sindaco
di Matera, da Aurelia
Sole – Magnifico Rettore Università della Basilicata, e da Vito Bardi –
Presidente della Regione Basilicata, il programma dei lavori prevede la
trattazione – moderata dal giornalista RAI Gianluca Semprini – di quattro
specifici argomenti: “Una politica per la crescita”, che contempla la relazione
di Danilo
Toninelli –
Ministro per le Infrastrutture e i Trasporti (ore 10:00); “Ingegneria è
cultura”, con l’intervento di Armando
Zambrano, presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri
(ore 10:30); “Progettare e programmare il territorio”, con la partecipazione di
Andrea Cozzolino e
Lucia Vuolo,
deputati al Parlamento Europeo, del Presidente del Centro Nazionale di Studi
Urbanistici, Paolo La
Greca, di Michele
Lapenna del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, di Angelo Santo Luongo (esperto
di Ingegneria dei trasporti) e di Vincenzo
Marrazzo –
presidente dei distretti turistici campani (ore 11:00); “Reti e Infrastrutture
per un Paese moderno”, alla cui discussione prenderanno parte Giovanni Canepa (Program
Manager Cluster C&D Openfiber), Vera
Corbelli (Segretario Autorità di Bacino distrettuale
dell’Appennino), Vincenzo
Macello (Direttore Investimenti RFI), Gerardo Marotta (Direttore
Acquedotto Lucano) e Dino
Vurro (Direttore della progettazione ANAS) (ore 12:00).  

La partecipazione all’evento, organizzato con la collaborazione della
Fondazione Consiglio Nazionale degli Ingegneri e con il patrocinio della Città
di Matera e di Matera 2019 – Open Future, prevede – per gli ingegneri iscritti
all’ordine professionale – il riconoscimento di tre crediti formativi.