Comunicato #608: Serie B Basket, vittoria di Olimpia Matera su Civitanova Marche

Mai in discussione il predominio dei lucani, che chiudono
la partita con il punteggio di 74 a 56. San Severo prossima avversaria
su campo neutro di Vasto.

Si è disputato al Palasassi di Matera, domenica 15 ottobre 2017,
l’incontro di pallacanestro tra Olimpia Basket e Civitanova Marche,
valido per la terza giornata del girone C di andata del Campionato
Nazionale di Serie B “Old Wild West”. Il match si è concluso con il
punteggio di 74 a 56 per i padroni di casa, con i parziali di 26-25
(Q1), 47-35 (Q2) e 59-51 (Q3).

A parte un primo quarto sostanzialmente equilibrato, gli uomini di
coach Giovanni Putignano hanno preso il largo a partire dalla seconda
frazione, contenendo il ritorno degli avversari nella terza e definendo
la supremazia del gioco fino al termine. “Eravamo chiamati a difendere
meglio e finalmente lo abbiamo fatto, portando a compimento una grande
prova collettiva.” – racconta il direttore sportivo Francesco
Martinelli” – “Civitanova ha attaccanti di tutto rispetto, in primis
Andreani – uno dei top scorer delle prime due giornate – cui abbiamo
concesso solo 6 punti. Nell’ultimo quarto abbiamo subito solo 7 punti e
credo che questa sia un po’ la chiave della partita. Dopo una prima metà
di gara molto importante, durante il terzo quarto siamo calati. È
comprensibile che questo sia accaduto sia per demeriti nostri (abbiamo
perso lucidità e concentrazione) ma anche per meriti dell’avversario,
che cercava di raddrizzare una partita altrimenti compromessa. Durante
l’ultimo quarto siamo stati bravi a reagire e rimettere in carreggiata
una partita che abbiamo assolutamente meritato di vincere.”

Il vice coach, Luciano Cotrufo, chiarisce tuttavia che l’impresa non è
stata semplice: “Vincere non è mai facile, bisogna rispettare il piano
partita. Contro una squadra come Civitanova, che cercava di prendere
vantaggio con i “pick and roll”, è stato un po’ complicato, soprattutto
perché nel primo quarto i livelli di intensità sono sempre molto alti.
Già dal secondo quarto, grazie ad una difesa più attenta sui “pick and
roll”, che è riuscita a togliere agli avversari la possibilità di
prendere tiri facili dall’arco dei 3 punti, ci siamo portati in
vantaggio con attacchi più fluidi. La squadra è riuscita a rispettare
pienamente il piano partita e l’approccio alla gara è stato certamente
migliore rispetto alla prima uscita casalinga persa con Valdiceppo.”

Rispetto all’alternanza di break anche importanti, su entrambi i
fronti, anche Cotrufo spiega: “credo siano dovuti al fatto che ci siamo
un po’ adagiati sugli allori una volta accumulato un certo vantaggio.
Questo è un problema che va risolto al più presto, se dovesse ricapitare
contro compagini di livello superiore, potrebbe non andarci sempre bene
come invece è successo oggi. Dobbiamo essere più cinici, magari
mantenere il possesso qualche secondo in più per liberare un uomo che
possa andare al tiro invece di affrettare la manovra e diventare poco
precisi, come è successo in alcuni frangenti. Sono difetti di una
squadra ancora in costruzione.”

E’ soddisfatto Ignacio “Nacho” Ochoa, capitano dell’Olimpia: “Siamo
molto contenti perché non era una partita facile, eravamo in debito sia
verso noi stessi che verso il nostro pubblico, dato che la prima uscita
in casa non era stata delle migliori. L’importante era vincere, abbiamo
conquistato questi due punti e dobbiamo continuare a lavorare sodo.”

Anche da parte della dirigenza della società sportiva, pervengono
parole di elogio. Ecco le dichiarazioni di Massimo Checchi, consigliere
di amministrazione Olimpia: “Ottima prova della squadra, soprattutto nel
quarto tempo. Ci è piaciuta la determinazione dei ragazzi, si vedono i
frutti del lavoro che si sta facendo e si vede, gara per gara, che i
meccanismi si rodano. C’è sicuramente molto da lavorare su alcuni
aspetti ma siamo soddisfatti perché la partita è stata ampiamente
controllata anche nei momenti in cui abbiamo perso contatto.” Intanto,
prosegue Checchi, “le iniziative sociali dell’Olimpia Matera continuano,
sono un traino importante e un segno della nostra volontà di essere
sempre presenti sul territorio. Inoltre, ci sarebbe piaciuto un
Palasassi più pieno quest’oggi ma sappiamo che i risultati porteranno
più pubblico che appassionandosi riuscirà a trascinare la squadra a
risultati sempre più importanti. La campagna abbonamenti è ancora
aperta, ci sono ancora molte tessere disponibili, speriamo che i
risultati invoglino i tifosi a dare ancora una volta fiducia alla
squadra.”

Domenica prossima, i materani saranno a Vasto dove incontreranno la
capolista San Severo, vincente nelle prime tre partite del campionato. A
questo proposito, Cotrufo riferisce: “Siamo pronti per San Severo ma
dobbiamo sicuramente migliorare, Battistini è stato fermo tre giorni,
Migliori non è al top della condizione, ma siamo qui per questo, per
domenica ci faremo trovare pronti.”