Comunicato Stampa #780: La
consulenza tecnica nella mediazione civile, seminario a Matera

L’Organismo
di Mediazione supportato dall’Ordine degli Ingegneri, e l’Unione Nazionale
Avvocati Mediatori, si danno appuntamento il 7 febbraio per un aggiornamento
sulla normativa e sul ruolo del consulente tecnico.


Per venerdì 7 febbraio 2020,
dalle 16:00 alle 19:00, l’Organismo di Mediazione supportato dall’Ordine degli
Ingegneri della provincia di Matera ha organizzato presso la sua sede, (Via
Trabaci, 22/2 – Matera. Ingresso gratuito), un seminario sul tema “La
consulenza tecnica nella mediazione civile – i profili operativi e la recente
giurisprudenza”.

L’ Organismo di Mediazione dell’Ordine degli Ingegneri di Matera",
iscritto al n. 1023 del Registro degli Organismi abilitati alla mediazione in
materia civile e commerciale, ha lo scopo di provvedere all’attività di
mediazione per la conciliazione delle controversie civili e commerciali,
vertenti su diritti disponibili che le parti tentino di risolvere in forza di
un accordo, di una clausola contrattuale e/o statutaria, di un obbligo di legge
, su invito del giudice, su iniziativa di taluna o di tutte le parti, come
previsto dallo stesso D. Lgs. n. 28 del 04.03.10, dal D.M. 18.10.2010, n. 180 e
dalle leggi vigenti. Recentemente, l’Ordine degli Ingegneri della provincia di
Matera ha voluto dare nuovo respiro a tale entità stragiudiziale, ricreando le
migliori condizioni – anche attraverso il rinnovo delle cariche ad esso dedicate
– perché vi si ricorra nelle condizioni di necessità.

Il programma dell’incontro prevede i saluti di rito da parte dell’Ing. Giuseppe
Sicolo (Presidente Ordine Ingegneri Matera), seguiti dall’introduzione
dell’Ing. Palmina Forleo, responsabile dell’Organismo di Mediazione.
Successivamente, avranno luogo le relazioni dell’Ing. mediatore Giuseppe
Gravela e dell’Avv. mediatore e formatore Giuseppe Tedesco.

Nel corso del seminario, saranno esaminati gli aspetti tecnici e normativi
nonché l’evoluzione giurisprudenziale che si è sviluppata negli anni senza
tralasciare i richiami e di suggerimenti che sono emersi dalla buona prassi
applicata dagli organismi di mediazione, e con una particolare attenzione verso
il ruolo del consulente tecnico previsto dalla legge.

L’evento è stato organizzato con il supporto della Sede di Matera dell’U.N.A.M.
– Unione Nazionale Avvocati per la Mediazione, e prevede il riconoscimento di
crediti formativi a seguito della partecipazione degli ingegneri (3 CFP) e
degli avvocati (2 CFP) iscritti ai rispettivi ordini professionali.

Per ogni informazione è possibile contattare il numero 339/6073029 – Ing.
Luigia Scarpa, consigliere dell’Organismo.